MUD 2021 - Scadenza prorogata al 16 giugno 2021

Anche quest’anno la scadenza per la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale è stata prorogata al 16 giugno 2021 col quale dovranno essere dichiarati i rifiuti prodotti e gestiti nell’anno 2020. Rimangono immutate le informazioni da comunicare, la struttura del modello, le modalità di trasmissione e le istruzioni per la compilazione del modello. La struttura del Modello Unico di Dichiarazione ambientale da utilizzare per il 2021 con riferimento ai rifiuti prodotti e gestiti nel 2020 - in quanto disposto dalla legge n. 70/1994 - sono articolati in 6 comunicazioni che devono essere presentate alle Camere di Commercio da parte dei soggetti tenuti all’adempimento: Comunicazione rifiuti, comunicazione veicoli fuori uso, comunicazione imballaggi, composta dalla Sezione Consorzi e dalla Sezione Gestori Rifiuti di imballaggio, comunicazione rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione e comunicazione produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE). I soggetti obbligati alla presentazione del MUD sono quelli definiti dall'articolo 189 comma 3 del decreto legislativo 152/2006, ovvero tutte le realtà aziendali e possessori di P.IVA: trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti.

L'eccellenza nel campo delle misure, analisi e tarature.

Una risposta formativa concreta alle singole esigenze aziendali.

I nostri consulenti seguiranno dei corsi di formazione al fine di aggiornarsi in merito alla Food Defence.

TECNICAMENTE PARLANDO

TORNA SU