CODEX ALIMENTARIUS: aggiornamenti normativi e ai Manuali HACCP La sessione del CAC si è tenuta dal 24 al 26 settembre, dal 12 al 19 ottobre e dal 5 al 6 novembre.

Il Codex Alimentarius rappresenta un insieme di linee guida e codici di buone pratiche, standardizzate a livello internazionale, per la sicurezza alimentare. Dal 24 al 26 settembre 2020 si è tenuta la 43sima sessione Commissione del Codex Alimentarius, a seguito della quale sono stati pubblicati vari documenti. Due in particolare, relativi agli aggiornamenti normativi e ai Manuali HACCP delle aziende.
  • CXC 1-1969 Principi generali di igiene alimentare e del relativo allegato HACCP
Il documento viene preso a riferimento dagli operatori del settore alimentare per la definizione del metodo HACCP. Alcune modifiche introdotte nella versione 2020:
  • revisione generale del testo e della numerazione dei capitoli;
  • fornite linee guida aggiuntive sulla gestione degli allergeni (non considerate nella precedente versione del documento), che dovranno essere integrate con l’adozione di un nuovo codice di prassi sulla gestione di quest’ultimi (vedi CXC-80);
  • revisione dell’allegato al documento che tratta del sistema HACCP e fornisce linee guida per la sua applicazione: eliminato l’albero delle decisioni per l’identificazione dei CCPs;
  • inserito riferimento ad un documento del Codex per la validazione delle misure di controllo (CXG 69-2008);
  • introdotto il concetto di validazione del piano HACCP;
 
  • CXC 080 Codice di prassi sulla gestione degli allergeni alimentari per gli operatori del settore alimentare
Il documento fornisce linee guida sulla gestione degli allergeni nella produzione alimentare, compresi i controlli per impedire contaminazioni incrociate quando un allergene è inavvertitamente trasferito da un alimento che lo contiene a un alimento che ne è privo. Concludendo, le differenze sostanziali, riguardano l’inserimento di un intero capitolo relativo alle Buone Pratiche di Igiene per la gestione degli allergeni, il richiamo, la contaminazione biologica, chimica e microbiologica. Inoltre, oltre alle modifiche di alcune definizioni minori, la cultura della sicurezza alimentare è stata incorporata nello standard e citata in diverse sezioni rappresentando molto probabilmente il cambiamento più significativo di questa revisione.

L'eccellenza nel campo delle misure, analisi e tarature.

Una risposta formativa concreta alle singole esigenze aziendali.

I nostri consulenti seguiranno dei corsi di formazione al fine di aggiornarsi in merito alla Food Defence.

TECNICAMENTE PARLANDO

TORNA SU