Tacchino al rosmarino: un piatto leggero ma ricco di gusto

Tacchino al rosmarino: un piatto leggero ma ricco di gusto

La carne ha la funzione principale di fornire proteine, un gruppo di molecole biologiche che svolge molteplici funzioni.

Un insufficiente apporto di proteine può compromettere queste funzioni e può causare una perdita di massa muscolare. Le carni, in particolare quelle rosse, contengono grassi saturi e colesterolo. Pertanto a queste ultime vanno preferite le carni bianche come quelle del pollo e del tacchino.

Ingredienti

  • fettine di tacchino gr 150;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • Farina di grano tenero tipo 00;
  • 2 spicchi di aglio;
  • 100 ml di vino bianco secco;
  • Sale;
  • Pepe nero macinato al momento.

Preparazione

  • Rimuovere dalle fettine di tacchino il grasso e le parti nervose e batterle delicatamente con il batticarne, coprendole un foglio di carta da forno per non romperle.
  • Lavare il rosmarino, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere.
  • Passare le fettine di tacchino nella farina, scuotendo molto bene le eccedenze. Devono essere ricoperte da un velo sottilissimo.
  • Mettere poco olio in una capace padella e far imbiondire l’aglio spellato a fiamma vivace.
  • Togliere l’aglio e unire la carne. Farla dorare a fiamma vivace dal primo lato, quindi girarla e cospargerla con una manciata di rosmarino tritato. Una volta che si è dorata anche dal secondo lato, girarla nuovamente e mettere altro rosmarino.
  • Bagnare con il vino bianco, salare e far evaporare sempre a fiamma vivace fintanto che la carne non risulta cotta, ci vorranno pochi minuti. Non eccedere con la cottura, altrimenti diventerà dura e secca. Girarla per farla dorare da entrambi i lati.
  • Spegnere la fiamma, cospargere con un’abbondante manciata di pepe macinato al momento e servire.

tacchino al rosmarino (2)

Scopri Foodì e le altre pietanze proposte questa settimana dal nostro nuovo Programma Alimentare.

Prova Foodì e tienici informati sui tuoi risultati !

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*